In Germania

Informazioni utili, curiosità e suggerimenti per chi deve viaggiare in Germania

Berlinale, Festival Internazionale del Cinema di Berlino

La 64° edizione della Berlinale, il Festival Internazionale del Cinema di Berlino, si svolgerà dal 6 al 16 febbraio 2014, si conferma uno dei più prestigiosi appuntamenti del cinema mondiale. Scoprite perché…

Nel 1951 alcuni militari USA amanti del cinema esiliati nella Berlino della guerra fredda che più fredda non si poteva decisero di dare un senso alla loro passione, e probabilmente al tanto tempo libero, organizzando con quanto avevano a disposizione la prima edizione della Berlinale.

Dopo oltre mezzo secolo di rivoluzioni ed involuzioni va riconosciuto che l’idea era di quelle che avevano la potenzialità per andare lontano. E lontano ci sono andati davvero se in questo 21° secolo caratterizzato da Internet e della comunicazione globale riconosciamo come la quantità delle edizioni non si fine a se stessa, ma indice anche della sua qualità. Per capire meglio di cosa stiamo parlando è sufficiente fare un confronto tra la Berlinale e le altre due storiche manifestazioni cinematografiche europee: Cannes e Venezia.

Trattandosi di cinema il metro di valutazione universalmente riconosciuto per misurarne il valore è il numero di biglietti venduti o le poltrone occupate nelle sale di proiezioni, ed in questo caso i numeri sono drastici nel loro giudizio: Cannes 9.500, Venezia 36.000, Berlino 200.000 già venduti quest’anno un mese prima dell’inizio della manifestazione.

Leggendo poi di una community di 4690 giovani filmaker provenienti da 133 Paesi e di una città di 3,5 milioni di abitanti che per dieci giorni, dal 6 al 16 febbraio, sarà totalmente coinvolta in questo evento, dalla prima discoteca trendy del Mitte fino all’ultima latteria di Kreuzberg, siamo semplicemente tentati di cercare un posto sul primo volo per Berlino.

Un esempio di come quantità e qualità vadano a braccetto è la Berlinale Talents dedicata ai giovani artisti, registi, produttori, sceneggiatori e rappresentanti di ogni aspetto della cinematografia. Stiamo parlando di trecento partecipanti provenienti da 79 diversi Paesi, selezionati tra oltre 4000 candidati che si erano proposti per gli incontri e gli stage. Quest’anno per la prima volta le iniziative di Berlinale Talents saranno ospitate all’interno dell’European Film Market in un’area Canon chiamata “market hub” dove i giovani operatori potranno incontrarsi e confrontarsi con i professionisti del mercato.

Sono stati finalmente rivelati nei primi giorni di gennaio i giurati che valuteranno i film in gara e assegneranno l’Orso d’Oro per la migliore opera in concorso. A capo dei critici ci sarà il produttore e sceneggiatore americano James Schamus, ma anche Barbara Broccoli, figlia del produttore storico dei film di 007 Albert Broccoli, e la bella attrice danese Trine Dyrholm con l’ iraniana Mitra Farahani e l’americana Greta Gerwig, il registra francese Michel Gondry ed i due attori Tony Leung e Christoph Waltz.

In tema di numeri vale la pena non dimenticare infine i quasi 20.000 addetti ai lavori tra i quali gli eroici 4.200 giornalisti cinematografici provenienti da più di 100 Paesi. Proseguendo con i numeri quest’anno sono più di 400 le pellicole che verranno proiettate nelle cinque sezioni previste, compresa quella principale che assegnerà l’Orso d’Oro e l’Orso d’Argento. Le altre sezioni previste sono: Panorama novità delle piccole produzioni indipendenti; Forum documentari sulle diverse realtà politiche e sociali nel Mondo; Generation per bambini e ragazzi; Retrospettiva dedicata ai classici. Eventi nell’evento sono l’European Film market, il più importante momento annuale di mercato tra produzione e distribuzione ed il già citato Talent Campus.

Ma il vero cuore pulsante di questo festival è la città che si mette letteralmente a disposizione, in ogni strada, in ogni negozio su ogni bus si possono vedere i manifesti della Berlinale con il suo Logo, un orso. Più ancora dei 200.000 biglietti venduti in anticipo per assistere alle proiezioni nelle tante sale disseminate in ogni quartiere della città, la partecipazione si sente e si vede nella quantità di persone che hanno deciso di assistere agli incontri con registi, attori e giornalisti.

Non ricordo chi disse che il cinema è l’arte degli dei perché ricrea la vita con le sue emozioni ed i suoi colori, se questo è vero allora Berlino è il suo Olimpo e noi i suoi cantori: “Cantami o Diva del festival di Berlino la grande festa…”.

Foto di Siebbi

This entry was posted in Eventi and tagged ..

Comments

There are no comments on this entry.

Add a Comment

Required

Required